Malattia renale nei gatti: tutto ciò che i padroni devono sapere

La malattia renale nei gatti è una delle malattie più comuni che colpiscono i gatti. I reni fanno parte del tratto urinario. Il tratto urinario del gatto è un sistema costituito da reni, ureteri, vescica urinaria e uretra. Questi organi lavorano insieme per produrre, trasportare, immagazzinare ed espellere l’urina. Il compito principale del tratto urinario è quello di liberare il corpo del gatto dai materiali di scarto e controllare il volume e la composizione dei prodotti fluidi corporei. Il termine “renale” è un’altra parola per “rene”.

Una malattia può colpire qualsiasi parte del tratto urinario. Ad esempio, il cancro può svilupparsi nel rene, nell’uretere, nella vescica o nell’uretra. Alcune persone scambiano le malattie di altre parti del tratto urinario per malattie renali e viceversa. I sintomi delle malattie del rene possono essere simili ad altre parti del tratto urinario. È anche possibile avere più di un problema nel tratto urinario come un’infezione nella vescica e nei reni. Di seguito ci concentreremo in particolare sui sintomi della malattia renale.

Segni di malattia renale nei gatti

I segni della malattia renale nei gatti possono variare a seconda del tipo di malattia che colpisce il rene. I segni possono includere:

  • Distensione addominale
  • Dolore addominale
  • Anemia
  • Mal di schiena
  • Sangue nelle urine
  • Diminuzione della produzione di urina
  • Depressione
  • Diarrea
  • Bere eccessivo
  • Minzione eccessiva
  • Minzione frequente
  • Letargo
  • Perdita di appetito
  • Urinazioni maleodoranti
  • Nausea
  • Ulcerazioni orali
  • Minzione dolorosa
  • Infezioni ricorrenti del tratto urinario
  • Sforzamento di urinare
  • Vomito
  • Perdita di peso

Diversi tipi di malattia renale nei gatti

I reni possono sviluppare diversi problemi che includono:

  • Tumori renali – La neoplasia renale è un tumore relativamente raro situato nel rene.  La maggior parte dei tumori renali sono presenti nei gatti di mezza età o anziani. Il linfoma renale è un tipo di tumore più comune nei gatti che sono positivi al virus della leucemia felina. Generalmente, non ci sono cause specifiche per il cancro del rene.
  • Calcoli renali – Una funzione del sistema urinario è la rimozione dei rifiuti corporei in forma liquida. Alcuni rifiuti minerali sono solo leggermente solubili e possono formare cristalli. Se il tempo di transito del movimento cristallino attraverso il sistema urinario è prolungato, i cristalli possono interagire e diventare pietre. Diversi tipi di pietre possono influenzare i gatti. Ogni tipo di pietra è spesso associata alla propria causa specifica. La nefrolitiasi, nota anche come calcoli renali può svilupparsi nei gatti a qualsiasi età.
  • Pyelonephritis – Pyelonephritis è un’infiammazione del rene. In genere ci riferiamo alla pielonefrite come infezione batterica delle vie urinarie superiori che implica qualsiasi parte del rene.
  • Malattie del rene policistico – Questa malattia è causata da una formazione anormale delle cisti nei giovani gatti. È una malattia renale ereditaria lentamente progressiva, irreversibile. È caratterizzata dallo sviluppo di cisti nel rene e talvolta anche dal pancreas, dal fegato e / o dall’utero. In definitiva, la PKD può causare insufficienza renale, con segni clinici simili a quelli dei gatti con insufficienza renale naturale.
  • Malattia renale cronica nei gatti – L’insufficienza renale cronica, comunemente indicata anche come CRF, è un problema comune nei gatti. La digestione del cibo produce prodotti di scarto, che vengono trasportati dal sangue ai reni per essere filtrati ed escreti sotto forma di urina. Quando i reni falliscono, non sono più in grado di rimuovere questi prodotti di scarto e le tossine si accumulano nel sangue producendo segni clinici di malattia renale. Possono essere interessate tutte le razze di qualsiasi età. Tuttavia, i gatti più anziani sono comunemente colpiti in quanto la prevalenza aumenta con l’età.
  • Insufficienza renale acuta nei gatti – L’insufficienza renale acuta (ARF) è caratterizzata da un improvviso declino della funzionalità renale che porta a cambiamenti nella composizione chimica del corpo, incluse alterazioni nell’equilibrio dei fluidi e dei minerali. I cambiamenti che si verificano a seguito di ARF riguardano quasi ogni sistema del corpo. Può essere causato da un’ostruzione urinaria e da varie tossine incluso l’antigelo.
  • Parassiti renali – I parassiti renali sono vermi che invadono il tratto urinario e causano malattie. Alcuni gatti affetti non hanno segni clinici, specialmente con le specie Capillaria. Alcuni gatti possono essere estremamente malati se hanno associato insufficienza renale o grave infezione.
  • Amiloidosi renale (rene) – Questa è una malattia che deriva dalla deposizione anormale di proteine ​​amiloidi in tutto il corpo. L’amiloide deriva dall’incapacità del corpo di abbattere determinate proteine ​​nel corpo. Ciò si traduce in accumulo di cellule amiloidi al di fuori del corpo che si accumula e danneggia le cellule normali.
  • Glomerulonefrite – Si tratta di una malattia renale causata dall’infiammazione del glomerulo, che è la parte microscopica del rene che filtra il sangue. Di solito è causato da immunocomplessi (gruppi di anticorpi e antigeni) che si depositano sui glomeruli, causandone il malfunzionamento. I complessi immunitari si sviluppano secondariamente ad altri processi patologici che avvengono nel corpo del gatto. Non trattata, la glomerulonefrite può portare all’insufficienza renale cronica.
  • Uropatia ostruttiva cronica (idronefrosi) – Si tratta di una malattia causata dall’ostruzione (blocco) dell’uretere (la minuscola struttura tubulare che consente il passaggio dell’urina dal rene alla vescica urinaria) che si traduce in distensione (ingrossamento) della pelvi ( all’interno) del rene con urina. Questo può portare a insufficienza renale.
Leggi anche:  I cuscini riscaldanti per gatti sono sicuri?

Diagnosi della malattia renale nei gatti

I test diagnostici possono essere raccomandati caso per caso. La diagnosi di malattia renale nei gatti viene spesso effettuata con i seguenti test diagnostici:

  • Completa storia medica
  • Esame fisico completo
  • Un’analisi biochimica (test del profilo biochimico), come la creatinina sierica e le concentrazioni di BUN, sono tipicamente elevate con CRF.
  • Le concentrazioni di fosforo sierico e potassio possono anche essere aumentate.
  • Può essere eseguito un emocromo completo (emocromo; CBC) per valutare i segni di infezione, infiammazione, anemia o anomalie piastriniche.
  • I test di analisi delle urine possono mostrare un basso peso specifico, che è comune con CRF, segni di infezione, proteine ​​urinarie anomale o sedimenti possono indicare infezioni o malattie o parassiti glomerulari.
  • La coltura di urina deve essere eseguita per valutare la presenza di infezione del tratto urinario superiore o inferiore.
  • Le radiografie addominali (raggi X) possono mostrare piccole dimensioni renali, che è comune con CRF, ma la dimensione renale normale non esclude il CRF.
  • Alcune malattie renali croniche nei gatti possono essere associate a reni ingrossati (ad esempio malattia renale policistica, linfoma renale).
  • Ecografia renale – può fornire ulteriori informazioni sui reni. I reni con malattie croniche sono in genere di piccole dimensioni e talvolta di forma irregolare. I reni di grandi dimensioni possono indicare una malattia renale policistica, un cancro o una malattia renale acuta.
  • Rapporto proteine ​​/ creatinina delle urine – questo è utile per valutare la perdita di proteine ​​urinarie nei gatti con sospetta malattia glomerulare.
  • La pressione arteriosa può essere necessaria per determinare la presenza di ipertensione complicante (pressione alta).
  • L’urografia escretoria può essere utile nella valutazione delle anomalie in termini di dimensioni, forma o posizione renale. Può anche essere utile nel rilevamento di ostruzione, cancro o calcoli.
  • L’analisi del gas ematico consentirà la valutazione dei livelli acido-base.
  • I test sierologici anticorpali di Leptospira possono essere necessari per diagnosticare questa infezione.
  • Un’aspirazione con ago sottile (biopsia) del rene può essere utile in caso di alcuni gatti con malattie renali (ad esempio linfoma renale, nefrite interstiziale granulomatosa).
  • La endogena o esogena della creatinina può essere utilizzata per misurare la velocità di filtrazione glomerulare nei gatti con normale lavoro ematico, sospettati di avere una malattia renale.
  • L’escrezione frazionata di elettroliti (sodio, potassio, cloruro e fosforo) può essere utile nella valutazione di animali con sospetti disordini tubulari renali.
  • È possibile utilizzare spazi radioisotopi per determinare la filtrazione renale e il flusso sanguigno.
  • Simmetric Dimethylarginine (SMDA) Blood Testing – SMDA è un test per cercare una proteina del sangue che è nota per aumentare quando la funzionalità renale diminuisce. Comincerà ad aumentare prima della creatinina del sangue.
Leggi anche:  Cosa devono sapere i padroni riguardo a un'infezione renale nei gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[yuzo_related]