La marijuana è tossica per i gatti?

La marijuana è tossica per i gatti?

La recente legalizzazione della marijuana per i trattamenti medici umani ha aumentato l’esposizione alla marijuana  e la tossicità di essa negli animali domestici. Alcune analisi statistiche suggeriscono che c’è stato un aumento approssimativo del 450% delle visite veterinarie e delle chiamate alle linee verde per l’avvelenamento animale dovuto al’esposizione alla marijuana e dalla tossicità. La maggior parte delle chiamate riguarda i cani, ma anche i gatti possono essere esposti e sviluppare la tossicità della marijuana.

La marijuana, comunemente nota come pentola, si riferisce a un prodotto a base di tabacco ottenuto da foglie di cannabis. Ci sono due specie comuni della pianta di Cannabis: la Cannabis indica e la Cannabis sativa. I composti che possono essere estratti dalla Cannabis hanno proprietà diverse che possono creare una varietà di effetti quando ingeriti, assorbiti o inalati. Ad esempio, ci sono oltre 80 cannabinoidi che creano vari effetti. La quantità e la concentrazione di ciascun cannabinoide variano a seconda delle diverse piante e varietà di piante.

Tra oltre 80 cannabinoidi, i due più comuni sono studiati e utilizzati. Si tratta di Tetraidrocannabinolo (THC) e Cannabidiolo, comunemente indicato come “CBD”.
Il tetraidrocannabinolo (THC) è il più potente e psicogeno dei cannabinoidi. Il THC è presente nelle foglie e nelle cime fiorite della pianta di cannabis. Hashish, un altro prodotto contenente THC, è la resina estratta dalla pianta. Il THC è l’ingrediente attivo che causa la maggior parte dei segni di tossicità nei gatti.

Come la marijuana colpisce i gatti

Con la legalizzazione della marijuana, c’è una serie di varietà di prodotti in una varietà di forme. La cannabis può essere utilizzata attraverso l’ingestione di vari alimenti tra cui: caramelle, caramelle gommose, ventose, prodotti da forno, burro, nonché attraverso il fumo o la vaporizzazione. Quando viene inalato o ingerito, il THC entra nel corpo e si lega con i neurorecettori nel cervello tra cui norepinefrina, serotonina dopamina e / o acetilcolina. Questo legame altera la normale funzione dei neurotrasmettitori.

Leggi anche:  Malattia renale nei gatti: tutto ciò che i padroni devono sapere

La marijuana è tossica per i gatti? Segni di tossicità di essa nei gatti

La marijuana può essere tossica per i gatti. Gli effetti collaterali più comuni dell’intossicazione da marijuana nei gatti sono:

  • Depressione
  • Letargo
  • Svogliatezza
  • Perdita di coordinazione o equilibrio motorio (inciampando)
  • Incontinenza di urina
  • Battito cardiaco basso
  • Bassa pressione sanguigna
  • Depressione respiratoria
  • Pupille dilatate e occhi velati
  • Vocalizzazione come piangere o piagnucolare
  • Agitazione
  • Sbavando
  • Vomito
  • Convulsioni
  • Coma
  • Aumento della stimolazione a rumori o movimenti rapidi (alcuni gatti possono avere allucinazioni)

I segni di esposizione possono iniziare rapidamente da 5 minuti a 12 ore dopo l’esposizione. I segni possono durare da mezz’ora a diversi giorni a seconda della quantità e del tipo ingerito.

Se il tuo gatto mostra sintomi di ingestione o tossicità, chiama immediatamente il veterinario.

Quanto è tossico la marijuana per i gatti?

La buona notizia è che l’esposizione alla marijuana o l’ingestione sono raramente mortali e le complicanze a lungo termine sono rare. La tossicità della marijuana è bassa. Occorrono circa 1,5 grammi di marijuana per kg di peso corporeo per essere fatali. Pertanto, la morte per ingestione di marijuana non è comune.

I problemi più gravi relativi all’esposizione o ingestione di marijuana nei gatti sono stati causati da alte concentrazioni di THC. Il THC è facilmente immagazzinato nel tessuto adiposo del corpo, inclusi fegato, cervello e reni. Il fegato lo metabolizza e gran parte di esso viene escreto nelle feci e nelle urine.

Leggi anche:  La comprensione dell'olio CBD per gatti

Diagnosi di ingestione di marijuana in gatti

La diagnosi di ingestione di marijuana o l’esposizione nei gatti si basa spesso sui risultati dell’esame fisico e sulla storia dell’esposizione. Ci sono test delle urine per determinare la presenza di THC. I test umani possono essere usati ma non sono affidabili nei gatti.

Trattamento per ingestione di marijuana dai gatti

Non esiste un antidoto per la marijuana. Ciò significa che il trattamento dell’esposizione alla marijuana di solito comporta il tentativo di eliminare il farmaco nel loro sistema, trattare i segni secondari, prevenire le lesioni e fornire supporto fino a quando il farmaco non viene eliminato dai loro sistemi.

I trattamenti possono includere:

  • L’induzione del vomito può essere raccomandata per rimuovere qualsiasi residuo di THC dallo stomaco, tuttavia nei gatti questa non è una raccomandazione comune a meno che la quantità ingerita sia altamente concentrata e pericolosa.
  • A seconda della gravità dei segni, ad alcuni gatti verrà somministrato carbone attivo per assorbire o legare qualsiasi marijuana nel loro sistema.
  • Possono essere somministrati farmaci per controllare il vomito.
  • Possono essere somministrati fluidi per via endovenosa (IV) per aiutare a eliminare il farmaco.
  • Nei casi gravi di tossicità della marijuana, possono essere necessari farmaci per trattare le convulsioni e controllare le frequenze cardiache anormali.
  • È importante proteggere i gatti da ferite o auto-traumi durante questo periodo di intossicazione. A causa della gamma di segni dall’agitazione alla letargia, allucinazioni e incoordinazione, alcuni gatti sono vulnerabili a cadere o reagire in modo anomalo a rumori forti. L’ambiente ideale per un gatto con ingestione e tossicità della marijuana è una zona buia e tranquilla dove i gatti possono riposare mentre il THC viene eliminato dai loro sistemi. Limitare l’esposizione a scale o ovunque possano cadere.
Leggi anche:  Cosa devono sapere i padroni riguardo a un'infezione renale nei gatti

La grande maggioranza dei gatti esposti alla marijuana si riprende completamente entro 24 ore. Dopo l’ingestione, il THC viene rapidamente assorbito e, in genere, entro 24 ore, la maggior parte del THC è stato espulso.

Prevenzione della tossicità della marijuana nei gatti

Se hai marijuana in casa, ti preghiamo di tenerlo lontano dalla portata dei tuoi gatti. Se viene fumata marijuana, tieni tutti i gatti in un’area separata con un’eccellente ventilazione finché tutto il fumo non si è dissipato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *